---> SEGUICI SU FACEBOOK

nov-16-2012

<<La ricerca dei cibi naturali, salutistici e nutrizionali: è questa la richiesta del consumatore. In quest’ambito chi non cura l’aggiornamento e le variazioni delle nuove tendenze di mercato sugli usi alimentari degli italiani, rischia di offrire un prodotto senza mercato. Spetta dunque al professionista curare nei minimi dettagli la freschezza, la stagionalità delle materie prime utilizzate, la provenienza e la tranciabilità: per garantire la vera naturalezza e genuinità italiana>>.

E’ quanto affermato dal coordinatore dell’ateneo della cucina italiana, maestro di cucina e executive chef, Michele D’Agostino. Quest’ultimo, consapevole dell’importanza dell’aggiornamento dei professionisti del settore ristorativo, ha voluto indire, nei giorni scorsi, un corso di alta formazione al quale hanno preso parte diciassette professionisti tra lady chef e chef agrigentini.

L’iniziativa ha preso il titolo: “La cucina creativa per i banchetti e le nuove tecnologie in cucina”.

Si è trattato di un corso assegnato alla regione Sicilia dalla FIC (Federazione Italiana Cuochi) e dall’Ateneo della cucina italiana, per interesse del coordinatore Michele D’Agostino. L’organizzazione dell’evento è stata curata dall’ URCS (Unione Regionale Cuochi Siciliani) nelle persone del presidente regionale, Salvatore Gambuzza e del segretario regionale, Antonino Butera; ad ospitare la manifestazione è stata l’associazione cuochi etnei di Catania, con il consiglio direttivo composto dal presidente, Seby Sorbello, Domenico Privitera, Vincenzo Mannino, Nino Caramma, Rosario Cantarella e Giuseèppe Gemellaro. Una due giorni di corso di aggiornamento di cucina che si è tenuto all’interno di un hotel a Zafferana Etnea e presieduto dall’executive chef componente della NIC (Nazionale Italiana Cuochi), Fabio Mancuso.

Ecco i nominativi dei professionisti dei fornelli agrigentini che hanno partecipato al corso di aggiornamento di cucina: Annalisa Argento, Pierre Bosco, Giusy Bruccoleri, Antonino Butera, Claudia Caci, Giovanni Chianetta, Antonella Chiona, Mario Consentino, Rosaria Di Maggio, Vincenzo Di Palma, Gioacchino Failla, Angelo Gallo, Salvatore Gambuzza, Anna Maria La Rosa, Calogero Mendola, Amar Nabil, Gaetano Procopio.

I commenti sono chiusi.