---> SEGUICI SU FACEBOOK

dic-25-2012

Vedi album fotografico "NATALE DEL CUOCO 2012"

Celebrata la 14esima edizione de il <<Natale del cuoco>> ad Agrigento. Un’iniziativa che ogni anno vede tutti i cuochi agrigentini riunirsi sotto le festività natalizie, per scambiarsi gli auguri.

<<Per noi – dice il presidente dell’associazione cuochi Agrigento “Schifano”, Salvatore Gambuzza – è un momento di svago, di allegria, di ritrovo tra sinceri amici e colleghi ma in un periodo di grave crisi economica non si può fare altro che rivolgere un pensiero a tutti quei colleghi che, se pur con grandi capacità, si ritrovano a casa senza lavoro>>.

<<Altri professionisti delle berrette bianche – afferma il presidente vicario, Antonino Butera – non sono presenti alla serata, e mi riferisco a molti giovani cuochi, perché si trovano in altri stati non solamente perché trovare lavoro nel nostro settore è più facile all’estero ma anche perché i migliori chef si formano fuori “casa”: confrontandosi con  realtà gastronomiche-culturali diverse dalle nostre che già conosciamo>>.

Salvatore Gambuzza; Antonino Butera; i segretario, Alfonso Vella e il vice presidente con delega ai soci saccensi, Giovanni Lorenzo Montemaggiore durante la serata hanno consegnato le onorificenze e i riconoscimenti alla carriera a tutti quegli allievi, cuochi, chef e lady chef che si sono distinti nell’organizzazione e nella partecipazione di iniziative benefiche e nei concorsi gastronomici nazionali e internazionali.

A ritirare il collare <<Amicitia et Fidelitas>>, destinato a quelle persone che da anni sono vicine nel proprio operato alla famiglia dei cuochi agrigentini, Gino Costanza; una targa alla carriera è stata consegnata ad una delle figure portanti dell’associazione cuochi e promotore del menu del <<Natale del cuoco>>, cavaliere Mario Consentino; altre targhe sono state consegnate a Piero Moscato, allo sponsor che ha contribuito alla riuscita della serata e alla direzione del noto hotel di viale Lonardo Sciascia ad Agrigento che ha sposato l’iniziativa.

Durante la serata si è potuto degustare un menu realizzato con prodotti del territorio e del pescato locale, portate curate dallo chef Consentino con l’aiuto di cuochi e lady chef.

Queste ultime nella realtà associativa agrigentina occupano un posto di spicco, sia perché è una delle province siciliane ad avere più <<quote rosa>> sia perché sono spesso in prima linea nell’organizzazione di iniziative benefiche rivolte agli anziani e ai bisognosi.

 

I commenti sono chiusi.