---> SEGUICI SU FACEBOOK

gen-23-2014

Sono in tutto sette le squadre, per sei scuole siciliane, che hanno partecipato alla 7^ edizione del Trofeo <<Totò Schifano>>. Ad aggiudicarsi il primo posto è stata la scuola alberghiera di Caltanissetta, rappresentata dal professore Giovanni Chianetta e dal collaboratore Antonino di Carlo, che per l’occasione ha visto competere gli allievi Claudia Amico e Chiara Costa con due portate, una main course (piatto principale) composto da una stratificazione di mandorle, arance e spigola su letto di caponata di arance, con cuore di carciofo, fave, piselli, mandorle e pomodorini confit con salsa all’arancia e un dessert comprendente una  sfera di bavarese all’arancia con cuore morbido e croccante alle mandorle.
A salire sul secondo gradino del podio l’istituto alberghiero di Sciacca, rappresentato dal professore Giovanni Lorenzo Montemaggiore, che ha visto gareggiare gli allievi Luca Rizzo e Vincenzo Sciortino con due portate, una main course formata da un muffin mandorlato, ripieno di fave e gamberoni su salsa d’arancia, accompagnato da triglia a forno con cuore morbido al profumo d’arancia, su cipolla e borragine croccante e un dolce dal nome: sembra ma non è!
A meritare il terzo posto invece è stata la scuola alberghiera di Castelvetrano, rappresentata dai professori Ciaccio e Munasteri,  che ha visto competere gli alunni Francesco Paolo Armata e Rosario Capizzo, con il piatto principale costituito da casarecce al nero di seppia e crema di mandorle e gambero rosso del mediterraneo e con il dessert spuma fredda di torroncino alle mandorle belicine con velata di tempera al cioccolato puro in salsa di arance caramellate.
Al Trofeo Schifano hanno preso parte anche una rappresentanza degli allievi delle scuole alberghiere di Mazara del Vallo, Gela ed Enna. Come di consueto il Trofeo regionale si è tenuto all’interno dell’istituto alberghiero di Favara “G. Ambrosini” presieduto dal dott. Giuseppe Salamone, affiancato dai docenti Giuseppe Vitello e Giovanni Zambito per un’organizzazione curata dall’associazione cuochi Agrigento con il presidente Salvatore Gambuzza, con il vice presidente vicario Antonino Butera e con il segretario Alfonso Vella.

La Giuria è stata composta dallo chef Raffaele Soldati (Electrolux), dal dott. Salvatore Arancio (giornalista), dal dott. Giuseppe Salamone (Preside istituto alberghiero “G. Ambrosini”), dallo chef Mario Consentino (Presidente onorario dell’associazione cuochi Agrigento) e dal prof. Calogero Vetro (Presidente onorario dell’associazione cuochi Agrigento)

c. c.

I commenti sono chiusi.