---> SEGUICI SU FACEBOOK

apr-1-2014

Un’accoglienza dolce a Lampedusa per i minori stranieri non accompagnati presenti sull’isola. Nei giorni scorsi bambini di età compresa tra i 10 e i 12 anni, con cappello e grembiule da baby chef, hanno partecipato, seguiti dell’associazione “Amici dei Bambini” in collaborazione con le lady chef di Agrigento, a una due giorni di corso di pasticceria realizzando dei dolci tipici della tradizione pasquale siciliana, dove hanno preparato: uova di pasqua decorate, agnelli pasquali, panaredda di pasqua e tanto altro ancora.
A manifestazione conclusa i dolci realizzati sono stati messi in vendita e il ricavato degli stessi verrà devoluto a favore del progetto “Bambini in Alto Mare” di Ai.Bi., a sostegno delle attività finalizzate alla giusta accoglienza dei minori stranieri non accompagnati presenti sull’isola di Lampedusa.
“Conoscere realtà di questo tipo – afferma la responsabile regionale delle lady chef, Giusy Bruccoleri ­– apre la mente a una visione diversa rispetto a quella che siamo abituati ad avere della vita. E’ emozionante – prosegue Giusy Bruccoleri – conoscere la storia e le motivazioni che spingono i bambini e i ragazzi ad affrontare lunghi viaggi per raggiungere il nostro Paese. Al corso di pasticceria – conclude la lady chef Bruccoleri – erano presenti, tra i tanti, anche due ragazzi stranieri affidati a delle famiglie lampedusane, una ragazza ucraina e un ragazzo senegalese: tutti arrivati a Lampedusa con i barconi”.
L’evento è stato organizzata in una struttura agrituristica dell’isola per iniziativa della lady chef, Rosaria Di Maggio; della responsabile per la regione Sicilia delle lady chef, Giusy Bruccoleri e dall’associazione Ai.Bi (Amici dei Bambini) nella persona di Maria Veronica Policardi.

c. c.

Da “La Sicilia” 31-03-2014

I commenti sono chiusi.