---> SEGUICI SU FACEBOOK

apr-2-2014

Riflessione in cucina per la competizione gastronomica “Una mamma per la vita”, che si è tenuta nei giorni scorsi a Lampedusa in occasione della quarta edizione del “Memorial Giuseppe Esposito”. Un’iniziativa organizzata con lo scopo di ricordare un giovane di Lampedusa, che nutriva il sogno di diventare un bravo chef, prematuramente scomparso a causa di un incidente stradale.
All’evento hanno preso parte, realizzando o una scultura artistica o preparando un piatto unico della cucina mediterranea, la categoria delle mamme, la categoria degli chef professionisti, la categoria degli chef junior e la categoria artistica.
Ecco i nomi dei primi classificati nelle diverse categorie: per la categoria delle mamme, Marina Mannino con un piatto unico della cucina mediterranea, composto da ravioli al sugo di gallinella, con crema di zucchine profumata allo zenzero; per la categoria professionisti, Lorenzo Cusumano con un piatto unico della cucina mediterranea, composto da una rosa di carciofo farcita, su letto di cipolle caramellate, troccoli allo scorfano rosso, pesce sciabola agli agrumi, su marmellata piccante di arance rosse; per la categoria junior, Michelangelo Pisano con un piatto unico della cucina mediterranea, composto da pescatrice ai sapori del mediterraneo; per la categoria artistica, Erminda Paterna.
Gli elaborati gastronomici sono stati valutati da una giuria competente, composta dal presidente regionale U.R.C.S., Salvatore Gambuzza; dal pastry chef Michele Cintorino; dal dirigente scolastico dell’alberghiero di Sciacca Caterina Mulè; dalla lady chef Caterina Gesuito e dal critico gastronomico, Nicola Santini.

La manifestazione è stata voluta dallo chef di Lampedusa, Vincenzo Di Palma affiancato delle lady chef Anna Maria La Rosa e Caterina Gesuito, in collaborazione con l’associazione cuochi Agrigento “Salvatore Schifano”.

Claudia Caci

Da: “La Sicilia” 01-04-2014

I commenti sono chiusi.